Categoria: allestimenti

Periodo: 2011

Località: ITALY - IMOLA

Committente: CIRCOSFORZA

Progetto Architettonico: arch. Elisa Spada, arch. Filippo Ziveri, arch. Elisa Zaccaria, arch. Daniela Galvani, arch. Valentina Milani

Fotografia: Elisa Spada

progetto

La possibilità di studiare una sistemazione per gli esterni del locale circosforza, nel centro storico di Imola, diventa l'occasione di una riflessione più ampia su come gli interventi progettuali sullo spazio pubblico possano diventare strumento di attivazione di processi di riappropriazione degli spazi della città da parte dei cittadini.

Il vicolo Troni, oggetto della proposta, diventa così il luogo per l'attivazione di un laboratorio pilota che, coinvolgendo diverse realtà attive in ambito locale e non, porti a vivere in modo diverso il centro storico della propria città.

Il cielo di vicolo troni diventa lo spazio in cui mettere in scena un allestimento in continua evoluzione.

L'idea nasce dalla suggestione della manifestazione Temps de Flors che si svolge a Girona nel mese di maggio e che prevede una serie di allestimenti temporanei realizzati da artisti e paesaggisti all'interno delle corti di palazzi storici, vicoli e piccole piazze.

Il progetto

L'idea di base è la trasformazione dell'immagine del vicolo attraverso una serie di allestimenti temporanei che ne animeranno il cielo. Sono previste una serie di installazioni che saranno rinnovate ogni 3-4 settimane.

La programmazione del rinnovo dell'allestimento sarà effettuata tenendo in considerazione i principali eventi primaverili/estivi che animeranno il centro storico durante l'estate da maggio a settembre.

Per ogni diversa installazione, il gruppo di lavoro stabile composto dagli architetti Elisa Spada, Filippo Ziveri, Valentina Milani, Elisa Zaccaria e Daniela Galvani coinvolgerà un diverso studio di architetti/paesaggisti/artisti italiani ed europei.

La scelta di coinvolgere più realtà deriva dalla volontà di condividere e ampliare la riflessione dello spazio pubblico come luogo attivo.

Il progetto è promosso dal circosforza e dal "collettivo telesio" con il patrocinio del Comune di Imola

Sistemi di ancoraggio presenti sul posto

Da uno studio delle facciate degli edifici esistenti risulta che esiste un sistema di ancoraggio un tempo utilizzato per il sostegno dei cavi elettrici che attualmente sono stati rimossi.

Questi ganci, ben saldi alla muratura, permetterebbero di ancorare i cavi necessari per il progetto di allestimento senza intaccare minimamente le facciate degli edifici