Categoria: residenziale

Periodo: 2009

Località: ITALY - IMOLA

Progetto Architettonico: arch. Elisa Spada, Ing. Roberto Bortolotti, Ing. Alfonso Piancaldini

Strutturale: Roberto Bortolotti

Progetto Impiantistico: Alfonso Piancaldini

Imprese realizzatrici:

  • STRUCTURE GUERRINO CANTONI, FRANCESCO MILANI
  • ROOFING LUCIANO MORINI| RIVESTIMENTI CARTONGESSO
  • FRONTS TIZIANO MONTEFIORI|ELEMENTI IN FERRO, ARREDAMENTI LEONE|RIVESTIMENTI IN LEGNO E ARREDI
  • FLOORING OMB BERNARDELLI
  • FRAMES STUDIO POSA|PARQUET, STEFANO SPOGLIANTI|MALTA CEMENTIZIA
  • INSTALLATIONS BRT DI BERTI FRANCESCO

progetto

Il progetto porta il concetto di edilizia innovativa e leggera economicamente, basata sull'efficienza energetica, all'interno del patrimonio edilizio esistente.

La sostenibilità espressa è orientata alla riduzione degli sprechi in termini energetici e all'ottimizzazione degli apporti gratuiti di ventilazione e illuminazione naturale; si sono riorganizzate le distribuzioni interne per permettere di sfruttare le correnti primaverili ed estive di ventilazione.

I canali d'aria così formati diventano dispositivo di sguardo sul paesaggio.

La nuova struttura di chiusura rispetto al vano scala condominiale, in legno nero e vetro, rilegge le bucature e mantiene inalterate le trasparenze originarie. In ogni punto della casa si ha un rapporto visivo diretto con l'esterno.

L'intervento di risanamento pone come obbiettivo la riduzione del fabbisogno energetico per la climatizzazione invernale dell' 80% rispetto allo stato attuale, portando l'appartamento dalla classe energetica G a quella C. Lo strumento principale della riduzione dei consumi è l'intervento sull'involucro.

E' stato realizzato un isolamento a cappotto di elevato spessore - 9cm a parete, 14 cm copertura - posto all'interno a causa dei vincoli architettonici sul fronte strada e si sono sostituiti gli infissi in vetro semplice con serramenti in vetrocamera basso emissivo con gas argon.

Il cappotto aumenta le temperature delle superfici interne d'inverno e protegge dal surriscaldamento d'estate con effetti positivi sulla qualità dell'abitare.

Gli isolamenti sono stati realizzati con materiali ecologici dal punto di vista del riciclo e della produzione: fibra di legno per le pareti perimetrali, fibra di canapa per il controsoffitto verso sottotetto non riscaldato e tetto.

Progetto selezionato per la mostra "sostenibilità alla bolognese"